Quotazioni e Rapporto Rapaport

Quando abbiamo bisogno della quotazione di un determinato strumento finanziario, o di una materia prima diffusa come l’oro, basta guardare su internet o un quotidiano finanziario per avere accesso a tutte le informazioni.

Ma quando si tratta di diamanti, un investimento poco conosciuto, non è facile trovare le quotazioni o qualsiasi altro tipo di informazione, nel senso che inserendo le parole chiave nel motore di ricerca i risultati sono pochi o totalmente assenti.

Il valore, il prezzo, di un diamante è determinato dalla sua rarità, e questa dipende dal mix tra caratteristiche di colore, peso, forma, taglio, chiarezza, e certificazione.
La bellezza conta, ma in realtà è la rarità a guidare i prezzi. Se hai la fortuna di poter comprare un ottimo diamante allora potresti scegliere una pietra di chiarezza VVS e colore D-F.

Per scopi di investimento vanno benissimo diamanti VS1-VS2 e colore G-I, meno rari ma anche meno costosi.

Comprato il diamante, come seguire l’investimento? Le quotazioni?

I diamanti sono quotati con prezzi per carato e se vogliamo conoscere le quotazioni basta procurarsi il listino Rapaport, un rapporto settimanale pubblicato ogni giovedì a New York e che rilascia accurate quotazioni dei diamanti grazie alla raccolta delle informazioni proveniente dai mercati di diamanti di ogni parte del mondo.

E’ un rapporto seguitissimo da tutti gli operatori del settore. Sono proprio questi i destinatari della pubblicazione, commercianti e professionisti del mercato dei diamanti, un listino dei prezzi all’ingrosso.

Viene comunque utilizzato da tutti gli investitori e dai venditori al dettaglio, e serve come prezzo base per le contrattazioni. I dettaglianti cercano sempre di comprare sotto il listino rapaport.

Il rapporto è costruito in base alle 4C, clarity, cut, colour, carat.

Il listino Rapaport è un ottimo indicatore per lo studio dei prezzi, del loro andamento. Purtroppo non è subito facile comprenderne il significato, bisogna imparare a leggerlo.
All’inizio è meglio chiedere aiuto a qualcuno cha abbia almeno un minimo di esperienza.

Quindi, Il piccolo risparmiatore può accedere alle quotazioni di mercato, giusto per avere una vaga idea dell’andamento del proprio investimento, tramite siti specializzati o informandosi in banca.