Il Colore di un Diamante

Il colore è una delle 4 C da osservare per la valutazione di un diamante. Quando pensiamo ad un diamante ci viene in mente quella bellissima pietra trasparente, senza colore.
Questo è il tipo di diamante più diffuso ed anche il più ambito. In realtà non esiste una pietra perfettamente trasparente, magari un gemmologo esperto non può accorgersene con un ingrandimento di 10 X, ma le imperfezioni esistono sempre.

Se parliamo di imperfezioni di colore ci riferiamo a sfumature, soprattutto di giallo, che possono ritrovarsi in una pietra trasparente.

Un diamante può nascere in varie forme e colori. Esistono diamanti rosa, viola, gialli, verdi, arancione, blu, grigi, marroni, neri, e bianchi.

Come sopra accennato il diamante perfetto è quello trasparente, con il minor numero di impurità. E’ curioso sapere che i diamanti colorati hanno un colore perché questo è causato da impurità e difetti. Praticamente un diamante colorato è così perché non puro.

Molti dei diamanti che vengono estratti dalle miniere hanno una colorazione che fa parte di una gradazione di colore che va dal giallo al marrone. Quelli estremamente trasparenti, puri, sono più rari.

Scala Colori Diamanti

La scala delle colorazioni usata dai maggiori istituti gemmologici internazionali è organizzata con delle lettere che vanno dalla D alla Z.
Un diamante che rientra nella D è una pietra senza colore, pura, mentre un diamante Z ha sfumature gialle o marroni. Questo range viene utilizzato per classificare diamanti più o meno chiari.

L’appartenenza di un diamante al corretto grado di colorazione viene determinato dal gemmologo mettendo a confronto la pietra in esame con diamanti campione di ogni gradazione. Ovviamente, il gemmologo continua il confronto fino a quando non trova l’esatta corrispondenza tra i due colori.

Questo esame avviene inserendo il diamante in un box e facendo passare la luce all’interno della pietra.

Quando abbiamo un diamante con colori che vanno sul giallo, marrone, o altri bei colori, allora nella scala delle gradazioni andiamo oltre la Z. Il sistema di analisi del colore delle pietre colorate è diverso dal sistema utilizzano per le pietre trasparenti o di colore chiaro. Quando si analizza una pietra colorata non basta determinare la presenza del colore, ma anche le sue caratteristiche.

Per quanto riguarda il valore del diamante in base al suo colore, secondo quanto detto sopra è facile capire che diamanti che si trovano tra le prime lettere della scala hanno più valore rispetto a pietre appartenenti a lettere che vengono dopo.